Xagena Mappa
Medical Meeting
Cardiobase
XagenaNewsletter

Uso giornaliero di Aspirina e mortalità per cancro


Una recente analisi aggregata di studi randomizzati sull’utilizzo giornaliero di Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) per la prevenzione di eventi vascolari ha mostrato una riduzione sostanziale ( rischio relativo, RR=0.63 ) nella mortalità per cancro durante il follow-up dopo 5 anni di trattamento con Aspirina.

Tuttavia, l’ampiezza dell’effetto dell’assunzione giornaliera di Aspirina, in particolare a lungo termine, sulla mortalità per cancro non è nota.

Uno studio ha esaminato l’associazione tra uso giornaliero di Aspirina e mortalità generale per cancro in 100.139 uomini e donne senza storia di tumore nella coorte Cancer Prevention Study II Nutrition Cohort.

Modelli di regressione a rischi proporzionali di Cox sono stati utilizzati per stimare i rischi relativi ( RR ) aggiustati per variabili multiple.

Tra il 1997 e il 2008, 5.138 partecipanti allo studio sono deceduti per cancro.

Rispetto al non-utilizzo, l’assunzione giornaliera di Aspirina al basale è risultata associata a minore mortalità per tumore, indipendentemente dalla durata dell’utilizzo giornaliero ( per meno di 5 anni di utilizzo, RR=0.92; per un utilizzo uguale o superiore a 5 anni, RR=0.92 ).

Le associazioni sono risultate leggermente più forti nell’analisi condotta con informazioni aggiornate sull’Aspirina ottenute con questionari periodici di follow-up e che ha incluso 3.373 decessi per cancro ( per un uso inferiore a 5 anni, RR=0.84; per un uso uguale o superiore a 5 anni, RR=0.84 ).

In conclusione, questi risultati sono a sostegno di una associazione tra assunzione giornaliera recente di Aspirina e mortalità per cancro leggermente più bassa, ma hanno indicato che qualunque riduzione nella mortalità per cancro potrebbe essere più piccola di quella osservata con l’uso di Aspirina a lungo termine nelle analisi aggregate. ( Xagena2012 )

Jacobs EJ et al, J Natl Cancer Inst 2012; 104: 1208-1217

Onco2012 Farma2012


Indietro