Xagena Mappa
Medical Meeting
Pneumobase.it
Xagena Salute

Prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari con una dieta mediterranea integrata con olio extravergine d'oliva o noci


Studi di coorte osservazionali e uno studio di prevenzione secondaria hanno mostrato associazioni inverse tra aderenza alla dieta mediterranea e rischio cardiovascolare.

In uno studio multicentrico in Spagna, sono stati assegnati 7.447 partecipanti ( 55-80 anni, 57% donne ) che erano ad alto rischio cardiovascolare, ma senza malattia cardiovascolare all'arruolamento, a una di tre diete: una dieta mediterranea integrata con olio extravergine d'oliva, una dieta mediterranea integrata con noci miste o una dieta controllata con consigli per ridurre il grasso alimentare.

I partecipanti hanno ricevuto sessioni educative trimestrali e, a seconda del gruppo di lavoro, fornitura gratuita di olio extravergine di oliva, noci miste o piccoli doni non-alimentari.

L'endpoint primario era un evento cardiovascolare maggiore ( infarto miocardico, ictus o morte per cause cardiovascolari ).

Dopo un follow-up mediano di 4.8 anni, lo studio è stato interrotto sulla base di una analisi provvisoria prespecificata.

Nel 2013, sono stati riportati i risultati per l'endpoint primario; successivamente sono state identificate deviazioni dal protocollo.

Sono state qui riportate stime degli effetti riviste sulla base di analisi non basate esclusivamente sul presupposto che tutti i partecipanti siano stati assegnati in modo casuale.

Un evento di endpoint primario si è verificato in 288 partecipanti; ci sono stati 96 eventi nel gruppo assegnato a una dieta mediterranea con olio extravergine di oliva ( 3.8% ), 83 nel gruppo assegnato a una dieta mediterranea con noci ( 3.4% ) e 109 nel gruppo di controllo ( 4.4% ).

Nell'analisi intention-to-treat comprendente tutti i partecipanti e aggiustata per le caratteristiche di base e i punteggi di propensione, l'hazard ratio ( HR ) è stato pari a 0.69 per una dieta mediterranea con olio extravergine di oliva e 0.72 per una dieta mediterranea con noci, rispetto alla dieta di controllo.

I risultati sono stati simili dopo l'omissione di 1.588 partecipanti la cui assegnazione al gruppo di studio era nota o sospettata di essersi discostata dal protocollo.

In conclusione, in questo studio che ha coinvolto persone ad alto rischio cardiovascolare, l'incidenza di eventi cardiovascolari maggiori è stata inferiore tra i soggetti assegnati a una dieta mediterranea integrata con olio extravergine di oliva o noci rispetto a quelli assegnati a una dieta a ridotto contenuto di grassi. ( Xagena2018 )

Estruch R et al, N Engl J Med 2018; 378:e34

Cardio2018



Indietro