Forum Ematologico 2023-2024
Xagena Newsletter
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Le donne affette da melanoma guariscono meglio degli uomini


Le donne con diagnosi di melanoma hanno più probabilità di sopravvivere rispetto agli uomini e meno probabilità di andare incontro a recidive.

I ricercatori hanno indicato che le differenze biologiche tra i sessi potrebbero influenzare la risposta dell’organismo al cancro, ma non si conosce esattamente il meccanismo alla base.

I risultati hanno confermato precedenti ricerche che hanno mostrato che le donne hanno meno probabilità di morire di melanoma.

Secondo i CDC ( Centers for Disease Control and Prevention ), 21 persone su 100.000 hanno una diagnosi di melanoma ogni anno e quasi 3 su 100.000 moriranno a causa della malattia.

Per cercare di rispondere alla domanda sul perché le donne rispondano meglio, un gruppo di ricercatori europei ha esaminato 4 studi clinici a cui avevano aderito pazienti affetti da melanoma, incluse 2.600 persone con melanoma in fase precoce.

I partecipanti allo studio sono stati seguiti da 2 a 12 anni.

Durante questo periodo, sono morti 366 uomini e 267 donne, indicando che le donne avevano una probabilità di morire per qualsiasi causa inferiore del 30%, e anche circa il 30% in meno di probabilità di morire per melanoma, rispetto agli uomini.
Inoltre le donne avevano il 30% in meno di probabilità di avere una ricaduta tumorale.

In precedenza, studi avevano mostrato che i comportamenti possono spiegare le differenze tra uomini e donne.
Le donne sono forse più propense a sottoporsi a visite mediche dopo aver notato cambiamenti sulla propria pelle, con conseguente diagnosi più precoce e tumori meno avanzati.

La diagnosi precoce è associata a tassi di sopravvivenza migliori, e le donne presentano un vantaggio del 30% sugli uomini nella progressione della malattia.

Una prima conclusione è stata la motivazione biologica.
La spiegazione potenziale ovvia è legata agli estrogeni. Se gli estrogeni fossero responsabili, le donne in post-menopausa, che hanno bassi livelli di estrogeni, dovrebbero avere un vantaggio inferiore sugli uomini nella stessa fascia di età rispetto a quello che hanno donne più giovani sugli uomini più giovani.
Tuttavia anche le donne anziane continuano a mantenere un vantaggio rispetto agli uomini anziani, rendendo improbabile una spiegazione legata agli estrogeni.

Lo studio non è stato in grado di determinare la vera causa delle differenze. ( Xagena2012 )

Fonte: Journal of Clinical Oncology, 2013

Gyne2012 Onco2012 Dermo2012



Indietro