Xagena Mappa
Medical Meeting
Mediexplorer.it
Dermabase.it

La supplementazione a base di Acidi Grassi Omega-3 non sembra prevenire il tumore


Si ritiene che gli Acidi Grassi Omega-3 riducano il rischio di tumore, ma gli studi hanno riportato risultati non concordanti.

Sono stati presi in considerazione 38 articoli pubblicati tra il 1966 ed il 2005 che hanno descritto gli effetti dell’assunzione degli Acidi Grassi Omega-3 sull’incidenza dei tumori.

L’alto grado di eterogeneità tra questi studi non ha permesso di analizzare i dati nel loro insieme.

Per il tumore alla mammella, un’analisi ha mostrato un aumento statisticamente significativo del rischio ( IRR, incidence risk ratio = 1.47 ), mentre 3 hanno evidenziato una riduzione del rischio ( RR = 0.68-0.72 ), altre 7 analisi non hanno mostrato una significativa associazione.

Per il tumore del colon, un’analisi ha evidenziato una riduzione del rischio ( RR = 0.49 ), mentre 17 valutazioni non hanno mostrato alcuna associazione.

Per il tumore polmonare una delle valutazioni ha mostrato un aumento significativo del rischio ( RR = 0.32 ), mentre altre 4 valutazioni non sono risultate significative.

Per il tumore alla prostata, c’è stata una valutazione di ridotto rischio ( RR = 0.43 ) ed una di aumentato rischio ( RR = 1.98 ) per il tumore in fase avanzata.

Non è stata osservata nessuna significativa associazione tra assunzione di Acido Grasso Omega-3 ed incidenza di tumore del tratto aerodigestivo, della vescica, del linfoma, dell’ovaio, del pancreas o dello stomaco.

L’analisi della letteratura non ha fornito evidenza a sostegno di una significativa associazione tra Acidi Grassi Omega-3 ed incidenza di tumori. ( Xagena2006 )

MacLean CH et al, JAMA 2006; 295: 403-415


Onco2006


Indietro