Vertigini
Forum Infettivologico
Alliance Cicatrici
Xagena Newsletter

La Caffeina a dosaggi inferiori a 100 mg/die durante la gravidanza può ridurre il rischio di diabete gestazionale


Le donne che bevono bevande contenenti Caffeina secondo le raccomandazioni delle linee guida possono avere un rischio inferiore di diabete gestazionale rispetto a quelle senza assunzione di Caffeina.

Nei dati ottenuti dal National Institute of Child Health and Human Development ( NICHD ) Fetal Growth Studies-Singletons, le donne che bevono da 1 mg a 100 mg di bevande contenenti Caffeina ogni giorno da 16 a 22 settimane di gravidanza hanno ridotto il rischio di diabete gestazionale del 47% e hanno presentato anche più bassi livelli di glicemia e un profilo cardiometabolico a digiuno migliore rispetto a coloro che non consumavano bevande contenenti Caffeina.

Questi risultati sono coerenti con altri studi in cui è emerso che la Caffeina è associata a un migliore equilibrio energetico e a una diminuzione della massa grassa, il che potrebbe spiegare i risultati osservati.
Inoltre, non è possibile escludere che questi risultati siano dovuti ad altri costituenti del caffè e del tè, come le sostanze fitochimiche che possono influire sull'infiammazione e sulla resistenza all'insulina, portando a un minor rischio di diabete gestazionale.

Sono stati analizzati i dati di 2.583 donne in gravidanza negli studi Fetal Growth Studies – Singletons del NICHD ( età media, 28.1 anni; 28.9% ispanici; 27.8% neri; 27.2% bianchi ).
I partecipanti ammissibili erano esenti da malattie croniche, non-fumavano, non-bevevano più di una bevanda alcolica al giorno o non facevano uso di droghe illecite, e non avevano avuto in precedenza complicanze dalla gravidanza.
I partecipanti sono stati arruolati in 12 centri negli Stati Uniti a 8-13 settimane di gravidanza nel periodo 2009-2013.
Le visite sono state condotte a 10-13 settimane, 16-22 settimane, 24-29 settimane, 30-33 settimane e 34-37 settimane.
L'assunzione di Caffeina è stata auto-riferita al momento dell'arruolamento e ad ogni visita.
Le concentrazioni plasmatiche di Caffeina e Paraxantina sono state misurate a 10-13 settimane di gravidanza.
I partecipanti sono stati selezionati per il diabete gestazionale con un test di provocazione del glucosio da 50 g e un test orale di tolleranza al glucosio da 100 g.
I marcatori cardiometabolici plasmatici a digiuno sono stati misurati a 16-22 settimane.

La Caffeina riduce il rischio di diabete gestazionale

A 10-13 settimane di gravidanza, il 58.5% della coorte dello studio ha riferito di consumare almeno una bevanda contenente Caffeina e il 76.4% ha affermato di aver consumato almeno una bevanda contenente Caffeina da 16 a 22 settimane.
La concentrazione mediana di Caffeina plasmatica era pari a 169.1 ng/mL, mentre la concentrazione mediana di Paraxantina era 74.4 ng/mL da 10 a 13 settimane.

A 16-22 settimane, il 68.3% della coorte dello studio ha consumato da 1 mg a 100 mg al giorno di bevande contenenti Caffeina e il 23.6% non ha riportato assunzione di Caffeina.
Coloro che bevevano da 1 mg a 100 mg di bevande contenenti Caffeina avevano un rischio inferiore di diabete gestazionale rispetto a coloro che non consumavano Caffeina ( RR = 0.53; IC 95%, 0.35-0.8 ).
Bere da 1 mg a 100 mg di Caffeina al giorno è stato anche associato a un più basso livello di glicemia rispetto al consumo di Caffeina ( differenza media, -2.7 mg/dL; IC 95%, da -5.4 a 0 ).

Miglioramenti nei marcatori cardiometabolici

Le concentrazioni plasmatiche di Caffeina e di Paraxantina non sono risultate associate al rischio di diabete gestazionale. Non è stata evidenziata correlazioen tra assunzione di Caffeina e ipertensione gestazionale o preeclampsia.
Le donne che hanno consumato da 1 mg a 100 mg al giorno di Caffeina tra le 16 e le 22 settimane di gravidanza avevano proteina C-reattiva, colesterolo totale, colesterolo LDL e trigliceridi più bassi rispetto a coloro che non avevano fatto uso di Caffeina. ( Xagena2021 )


Fonte: JAMA Network Open, 2021

Gyne2021 Endo2021 Farma2021


Indietro