Xagena Mappa
Medical Meeting
Pneumobase.it
Gastrobase.it

Il Selenio sembra ridurre il rischio di carcinoma colorettale


L’analisi dei dati di uno studio clinico di ampie dimensioni ha fatto ipotizzare che l’assunzione di Selenio sia in grado di ridurre la neoplasia colo-rettale, ma gli studi epidemiologici non hanno mostrato un effetto protettivo di rilievo del Selenio.

E’ stata condotta un’analisi combinata dei dati di 3 studi clinici randomizzati – Wheat Bran Fiber Trial, Polyp Prevention Trial, Polyp Prevention Study – che ha valutato gli effetti di vari interventi nutrizionali nella prevenzione dell’adenoma colorettale tra i partecipanti a cui era stato rimosso un adenoma durante colonscopia.

Le concentrazioni di Selenio sono state misurate in 1763 soggetti.

L’analisi dei dati pooled ( combinati ) ha mostrato che i soggetti che avevano più alti valori plasmatici di selenio presentavano un più basso rischio di sviluppare un nuovo adenoma rispetto a quelli che avevano bassi valori di selenio ( odds ratio, OR = 0,66 ).

La relazione inversa tra alte concentrazioni plasmatiche di selenio e rischio di adenoma, emersa in questo studio, fornisce elementi a sostegno della tesi che più alti livelli di selenio nel sangue possono ridurre il rischio di tumore al colon e al retto.( Xagena2004 )

Jacobs ET et al, J Natl Cancer Inst 2004; 96: 1669–1675

Onco2004 Farma2004


Indietro