Xagena Newsletter
Alliance Dermatologia & Dermocosmesi
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Il burro di arachidi può aiutare a individuare la malattia di Alzheimer in fase precoce


I pazienti afferenti al Dipartimento di Neurologia della University of Florida ( Stati Uniti ) sono stati testati per il loro senso dell'olfatto.
La capacità di avvertire odore è collegata con il primo nervo cranico ed è in genere una delle prime cose ad essere influenzata nel declino cognitivo.

Una delle prime aree nel cervello ad essere colpita nelle persone con malattia di Alzheimer è la parte anteriore del lobo temporale; questa parte del cervello è associata con la creazione di nuovi ricordi.

Per determinare il senso dell’olfatto di una persona, un medico ha tenuto un righello accanto a un cucchiaio di burro di arachidi e ha spostato il cucchiaio fino a quando il paziente ha potuto identificare l'odore utilizzando una sola narice, misurando la distanza dal naso.
La stessa procedura è stata poi eseguita con l'altra narice.

I ricercatori hanno scoperto che i pazienti nelle fasi iniziali della malattia di Alzheimer mostravano una significativa dissomiglianza nell'identificare l’odore tra la narice sinistra e la destra: la narice sinistra era in grado di identificare l'odore in media a 10 centimetri più vicino al naso rispetto alla narice destra.

Tra i 24 pazienti esaminati che presentavano decadimento cognitivo lieve, circa 10 pazienti hanno dimostrato una alterazione a livello della narice sinistra, contro 14 pazienti senza questa alterazione.
Il decadimento cognitivo lieve a volte è indice di malattia di Alzheimer.

Al momento, i ricercatori della University of Florida utilizzano questo test per confermare la diagnosi, con l’intenzione di studiare i pazienti con decadimento cognitivo lieve e capire se questo test possa essere utilizzato per prevedere quali pazienti svilupperanno in seguito la malattia di Alzheimer.

Il test potrebbe essere utilizzato da Centri che non hanno a disposizione strumentazioni per test più avanzati. ( Xagena2013 )

Fonte: University of Florida, 2013

Neuro2013 Diagno2013



Indietro