Xagena Mappa
Medical Meeting
Dermabase.it
Xagena Salute

Consumo di noci e sopravvivenza nei pazienti con tumore del colon in stadio III


Studi osservazionali hanno riportato un aumento della recidiva e della mortalità del cancro del colon in pazienti con stati di iperinsulinemia, tra cui diabete mellito di tipo 2, obesità, stile di vita sedentario e dieta ad alto carico glicemico.
L'assunzione di noci è stata associata a un minore rischio di diabete di tipo 2, sindrome metabolica e insulino-resistenza.
Tuttavia, l'effetto dell'apporto di noci sulla ricorrenza e sulla sopravvivenza del tumore del colon non è noto.

È stato condotto uno studio prospettico osservazionale su 826 pazienti eleggibili con carcinoma del colon in stadio III che hanno riportato l’apporto dietetico su questionari di frequenza alimentare mentre erano arruolati in uno studio randomizzato di chemioterapia adiuvante.

Sono state valutate le associazioni tra assunzione di noci e recidiva e mortalità del cancro.

Dopo un follow-up mediano di 6.5 anni, rispetto ai pazienti che si sono astenuti dal mangiare noci, gli individui che hanno consumato due o più porzioni di noci alla settimana hanno avuto un rapporto di rischio adattato ( HR ) per la sopravvivenza libera da malattia di 0.58 ( P per tendenza=0.03 ) e un hazard ratio per la sopravvivenza complessiva di 0.43 ( P per tendenza=0.01 ).

Nell'analisi di sottogruppo, il beneficio apparente è stato limitato all'assunzione di noci ( HR per la sopravvivenza libera da malattia, 0.54, P tendenza=0.04 e HR per la sopravvivenza globale, 0.47, P per tendenza=0.04 ).

In conclusione, le diete con un maggior consumo di noci possono essere associate a una incidenza significativamente ridotta di recidiva e di mortalità nei pazienti con carcinoma del colon in stadio III. ( Xagena2018 )

Fadelu T et al, J Clin Oncol 2018; 36: 1112-1120

Onco2018 Gastro2018 Nutri2018



Indietro